Edizione 2016

Jonas Aumiller
Premio Roberto Melini

Daniele Paololillo
II Premio

Gabriele Iorio
III Premio


E’ stato un tedesco, il candidato non ancora diciottenne Jonas Aumiller ad aggiudicarsi il PREMIO Roberto Melini 2016. La sua esecuzione del Quintetto di Schumann ha concluso la serie di esecuzioni impeccabili delle altre prove dove ha presentato di Schumann il Carnaval op.9 ma anche le Variazioni Abegg e due studi, Scriabin e Schumann Paganini. L’alto livello di tutte le prove ha portato la giuria ad esprimersi all’unanimità per la sua vittoria riconoscendogli maturità e respiro musicale, solidità tecnica e grande sensibilità timbrica

Il II premio offerto dalla Famiglia Melini è andato al venticinquenne Daniele Paololillo di Vibo Valenzia già pluripremiato in numerosi Concorsi tra cui, a soli n16 anni, al prestigioso Premio delle Arti indetto dal Miur che premia i migliori studenti dei Conservatori italiani.

Paolillo che attualmente studia presso l’Accademia di Imola, ha offerto una esecuzione del Quintetto op.44 di grande energia e presenza sonora coerente con le precedenti prove del Concorso dove ha presentato tra l’altro l’ostica Sonata op.11 di Schumann.

Infine III premio, offerto dall’ArcheoTrento, a Gabriele Iorio, 22 anni, trentino, che si è distino per fantasia musicale e grande bellezza di suono già evidenziate nell’esecuzione della Kreisleriana op 16 nella prova semifinale; a Gabriele è andato anche il PREMIO del PUBBLICO.

Il Quartetto Indaco ha infine espresso la sua preferenza assegnando un Premio speciale a Jonas Aumiller.

La giuria presieduta da Sofya Gulyak, ha visto la presenza di Roberto Cappello Alexander Meinel, Andrea Bambace e Giancarlo Guarino.

Nella serata finale tutti tre i candidati si sono cimentati nell’esecuzione del Quintetto op.44 di Schumann con la collaborazione del Quartetto Indaco, giovane formazione nata alla Scuola di Fiesole nel 2007 grazie all’impulso del grande Piero Farulli. Il Quartetto ha collaborato con i finalisti con flessibilità, grinta ed entusiasmo regalando al pubblico in sala tre brillantissime esecuzioni.

Il Concorso oltre ai premi in denaro ha offerto al vincitore 12 Concerti Premio e al II classificato 3 concerti in Italia e all’estero, inoltre la SAT_Società degli Alpinisti Trentini, ha offerto ai finalisti voucher per 3 week-end in Rifugi del Trentino .

A breve sarà già possibile riascoltare il secondo classificato Daniele Paolillo in uno dei concerti premio offerti dal Festival PiùPiano. Si esibirà a Caldaro il prossimo 8 agosto mentre il primo appuntamento in Trentino per Jonas Aumiller è fissato per il 10 settembre per gli Amci della Musica di Riva del Garda .

la Parisi , 16 anni, il II premio ed anche il Premio del Pubblico, infine III premio, offerto dall’ArcheoTrento, a Ferdinando Zuddio di Cosenza .

Premio per la migliore esecuzione delle Invenzioni a 2 voci alla ventiduenne Francesca Benini., offerto dalla famiglia Melini che oltre ad un premio in denaro ha voluto donare alla vincitrice il volume delle Invenzioni a 2 voci appartenuto a Roberto.
Nel corso della prova finale i 3 solisti mostravano personalità artistiche distinte , ciascuno con una personale cifra stilistica; astratto ed equilibrato Ferdinando Zuddio; suono costantemente pieno , grande padronanza tecnica, dinamiche generose e nonchalance in Mladen Dabizljevic. Limpidezza, particolarità stilistiche originali ed una verve cha ha conquistato il pubblico dimostrava infine Nicola Parisi .

Ottimo il lavoro dell’ Ensemble Zandonai – Orchestra da Camera di Trento diretta dal M° Giancarlo Guarino che ha accompagnato i finalisti .
Il Concorso oltre ai premi in denaro ha offerto al vincitore 15 Concerti Premio in Italia e all’estero e 3 week-end in tre Rifugi del Trentino offerti dalla SAT_Società degli Alpinisti Trentini.

La prossima edizione dal 26 al 30 luglio 2016 sarà dedicata a Robert Schumann e Johannes Brahms.